Appunti per un’antropologia del diritto

3,00

Categoria:

Descrizione

“Antropologia del diritto… il tema richiede la definizione appropriata sia dell’antropologia, sia del diritto, oltre che del momento di reciproca e interattiva vettorialità concettuale. A parere di questo scrivente, tale preliminare obiettivo teoretico non sembra esser stato centrato in vari studi recenti, d’impronta perlopiù generico-scolastica (talora con qualche punta di usuale retorica anti-eurocentrica); tali opere, sempre a modesto avviso di questo scrivente, sono senz’altro validissime e lodevoli nella ricognizione riepilogativa di percorsi tematici multidisciplinari (fra filosofia del diritto e teoria generale del diritto) che permettono di ricapitolare, interdisciplinarmente (ma, in fondo, scolasticamente) tutto ciò che, da Montesquieu in poi (o forse meglio da Locke in poi, Russeau incluso) può avvicinarsi a un attendibile schema di antropologia del diritto; vedansi ad esempio le opere di Rouland Norbert, Sacco, Scillitani, Faedda, Ventura…”

Autore: Alessandro Centinaro. Nato nelle Marche, magistrato in congedo, è autore di varie pubblicazioni in campo sia saggistico che poetico. Suoi testi di poesia e di saggistica sono comparsi su varie e note riviste letterarie italiane; ha partecipato a festival internazionali di poesia, come quelli di Montecatini Terme e di San Benedetto del Tronto.

Anno edizione: 2017

Pagine: 36 p.

ISBN: 9 788885 511040